Come viene disidrata la frutta e come possiamo essiccarla a casa

Come viene disidrata la frutta

La frutta secca è un alimento prezioso dal sapore intenso, perfetto per insalate, dolci e come snack salutare. Si ottiene attraverso un processo di essiccazione, che elimina quasi totalità dell’acqua permettendo una conservazione più duratura. Disidratare la frutta è semplice e può essere fatto direttamente a casa, sfruttando i vantaggi di questo metodo anti-spreco.

Per chi ha la fortuna di coltivare un proprio frutteto, essiccare parte della produzione consente di gustarla tutto l’anno. Vedremo quindi come avviene il processo di disidratazione, e quali sono le proprietà uniche della frutta secca, alimento benefico per una dieta sana ed equilibrata.

Quale frutta è possibile essiccare?

Quasi tutti i tipi di frutta si prestano ad essere essiccata, trattandosi di un processo del tutto naturale. L’importante è scegliere frutti maturi al punto giusto. Si possono disidratare con ottimi risultati mele, fragole, albicocche, mirtilli, more, lamponi, ananas, ciliegie, prugne, fichi, pere, banane, lamponi, arance e tutti i tipi di frutti di bosco come fragoline, ribes e more.

La disidratazione rimuove circa l’80-90% dell’acqua in essi contenuta, quindi è applicabile alla maggior parte di frutti e bacche. Ciò consente di ottenere frutta secca da gustare durante tutto l’anno o per arricchire ricette dolci e salate. Grazie all’essiccazione si possono valorizzare le proprietà di ogni tipo di frutta, eliminando gli sprechi e prolungandone la conservazione.

Come essiccare la frutta

Come essiccare la frutta? Esistono diversi metodi:

  • Forno elettrico: si imposta a 40-60°C in modalità ventilata, si dispone la frutta tagliata sottile su teglie con carta da forno e si cuoce per 4-12 ore.
  • Essiccatore elettrico: assicura l’evaporazione dell’acqua preservando minerali e vitamine. I cestelli permettono di essiccare più alimenti insieme. La temperatura regolabile mantiene intatti i nutrienti.
  • Forno a microonde: si posiziona la frutta sottile su carta da forno, si cuoce 1 minuto e poi si aumenta di 30 secondi fino alla completa disidratazione.

Con piccole accortezze e gli strumenti giusti è facile ottenere frutta secca, conservandone intatte le proprietà.

I benefici della frutta essiccata

L’essiccazione della frutta ne conserva intatte le proprietà nutrizionali e organolettiche, senza variarne il contenuto calorico. L’assenza di acqua previene la proliferazione di batteri, per una frutta secca sicura da consumare. Con una media di 359 kcal per 100 g, è un’ottima fonte di energia, specie al mattino come consigliato dai nutrizionisti.

Rispetto alla frutta fresca, quella essiccata contiene percentuali più alte di fibre, vitamine e sali minerali. Da qui i benefici per l’organismo, in particolare per l’intestino, la pelle e le ossa. Mangiare frutta secca, ottenuta con una naturale disidratazione, è quindi un’abitudine salutare che apporta nutrienti preziosi.

La frutta disidratata fa ingrassare?

La frutta essiccata ha un apporto calorico inferiore rispetto alla frutta secca, con un elevato potere saziante dovuto all’alto contenuto di fibre. È quindi un falso mito che faccia ingrassare da sola: si ingrassa superando il fabbisogno calorico giornaliero, indipendentemente dall’alimento. Mangiando la frutta disidratata con moderazione, rispettando il proprio bilancio energetico, non c’è rischio di ingrassare.

Anzi, per il suo volume ridotto e l’alta concentrazione di nutrienti, è perfetta come spuntino leggero e salutare. Consumata con equilibrio e senza esagerare con le porzioni, la frutta disidratata non apporta calorie in eccesso.

Tullio Fiore

Fondatore del blog "Quando Si Pianta" e sono un fervente amante del giardinaggio e dell'orticoltura. Attraverso il mio blog, trasmetto la mia esperienza e il mio entusiasmo per il verde, offrendo articoli informativi, suggerimenti pratici e aneddoti interessanti. Mi dedico a diffondere l'apprezzamento per il mondo naturale e l'importanza di adottare uno stile di vita ecologico. Il mio obiettivo è quello di motivare e accompagnare altri appassionati nella loro esplorazione e crescita nel giardinaggio.

all author posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are makes.